Benchmarking Gestionale in Ortopedia Accedi
Referenti

Davide Croce
Tel. 0331 572424
Fax 0331 572320
email: dcroce@liuc.it
 
Emanuele Porazzi
Tel. 0331 572236
Fax 0331 572513
email: eporazzi@liuc.it

Progetto di benchmarking gestionale in ortopedia
Università Carlo Cattaneo - LIUC
 
Istituto Galeazzi - Milano
CTO - Torino
Istituto Rizzoli - Bologna

Premessa

 

Il confronto di esperienze sviluppate in strutture sanitarie diverse per sede geografica, dimensioni e background culturale è prassi consolidata in ambito clinico. La valutazione comparativa ed empirica delle componenti organizzative e gestionali, al contrario, è evenienza alquanto rara.

Risulta particolarmente complesso, nel nostro paese, trasferire e prendere spunto da esperienze gestionali proprie di altre nazioni, a causa del diverso contesto normativo ed organizzativo, ulteriormente frammentato, se analizzato a livello regionale.

Se si considera, poi, il settore ortopedico-traumatologico, esso presenta delle criticità significative sia da un punto di vista economico (dovuto ai costi, prevalentemente legati agli acquisti protesici ed all’utilizzo di sale operatorie), sia da un punto di vista gestionale (legato principalmente al lavoro medico, agli aspetti assistenziali, alle aree di supporto ed alle istituzioni connotate da funzioni di ricerca traslazionale).

La possibilità di confrontare il modus operandi di strutture diverse per dimensioni, cultura e posizionamento passa per le tecniche di benchmarking su attività e processi identici e risulta una chiave di successo importantissima per estrapolare le best practice che potrebbero portare al miglioramento delle attività delle strutture coinvolte. Il sistema, infatti, può essere considerato come una fonte piena di stimoli per intraprendere percorsi di cambiamento che, se recepiti e confrontati, possono produrre una serie di benefici per tutti gli attori coinvolti nel settore: i professionisti, le direzioni, gli utenti.

 

Obiettivi

 

Il progetto nasce dalla volontà manifestata da tre Istituti di eccellenza come l’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, il Centro Traumatologico Ortopedico di Torino e l’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, di ricercare l’opportunità di confronto e di miglioramento dell’attività in ambito ortopedico-traumatologico.

Ciascuna regione si caratterizza per procedure di accreditamento specifiche ed importi di rimborso differenti per medesime prestazioni, elementi che rendono difficoltoso il confronto tra strutture, ma i tre Istituti, nonostante fossero ben consci di questa difficoltà, hanno manifestato ugualmente una notevole disponibilità ad evidenziare i propri punti di forza e di debolezza nell’intento di favorire una crescita “gestionale” delle singole strutture.

Preme sottolineare che oggetto di studio saranno essenzialmente le logiche organizzative e gestionali del processo, mentre esuleranno dallo studio l’aspetto strettamente professionale delle metodiche di intervento chirurgico implementate in ambito ortopedico ed anche quello più strettamente legato ai filoni di ricerca preclinica (tranne che per i riflessi gestionali indotti), dal momento che questi aspetti sono diversamente sviluppati negli Istituti considerati e non si intende valutarne o metterne in discussione l’efficacia.

L’obiettivo finale dello studio è quello di identificare nelle strutture le potenzialità economiche ed organizzative, creando una condivisione di know-how e strumenti operativi che possano permettere a ciascun Istituto una riorganizzazione delle attività in un’ottica di maggior qualità economico-organizzativa.